Fèbe della valle del condor & Ackyprince

 
 
Laika di Nenets, l'antenato dell'Eurasier, nacque dagli incroci spontanei fra

i Chow-Chow della Mongolia

e gli Spitz siberiani influenzati

da sangue lupoide.

I primi nati da questi incroci

si videro con la tribù dei Tokana,

gli allevatori di renna, nella Siberia russa,

tra i fiumi Ob e Jenisej.


La bellezza dell'aspetto, l'attaccamento

quasi morboso alla propria famiglia umana, il carattere fiero, il fisico robusto e l'immensa dolcezza furono le caratteristiche che fecero innamorare l'etologo tedesco Konrad Lorenz di questi esemplari. 


La passione dell'etologo Lorenz si tradusse nella volontà di recuperare questa antichissima razza tipica del continente Euroasiatico (da cui deriva il nome 'Eurasier') e nel febbraio del 1973 la razza ottenne il riconoscimento ufficiale.


Al lavoro di selezione ha partecipato anche il cinofilo tedesco Julius Wipfel contribuendo a fissare i caratteri genetici e comportamentali. Attualmente gli Eurasier Club nazionali si occupano del controllo delle linee genetiche regolando gli accoppiamenti e verificando la qualità degli allevamenti e le scelte di adozione dei cuccioli.

 

Le origini

La razza è caratterizzata da un temperamento fiero e calmo.

E' un cane ben equilibrato, sempre vigile e attento.

E' attaccato in modo esemplare al suo padrone e si presenta molto affettuoso con la famiglia e con le persone che ritiene amiche.

Un po' riservato verso gli estranei ed esige un costante contatto umano ed ama partecipare alle attività della famiglia con cui vive.

                                                                                                                    

La caratteristica di "cane primitivo" esa
lta le sue caratteristiche di

dominante e pertanto deve ricevere un'educazione attenta, che richiede fermezza e dolcezza.


Classificazione F.C.I.: Gruppo 5 - Cani di tipo Spitz e di tipo primitivo.


Cane di media taglia. L'equilibrio delle proporzioni è un aspetto determinante della razza.

Cane di tipo Spitz, dalle proporzioni armoniose e dalle orecchie dritte, che si presenta con svariate varietà di colorazione del mantello. Possiede un'ossatura mediamente pesante.

La lunghezza del corpo è leggermente superiore all'altezza al garrese. La lunghezza del musello e quella del cranio sono approssimativamente uguali.

 

Il carattere e l'aspetto generale


Ogni diritto sui contenuti del sito è riservato ai sensi della normativa vigente.

I cani non si sbagliano mai.





Arthur Conan Doyle,
Il taccuino di Sherlock Holmes, 1927